LE FAMIGLIE DELL'AMARONE D'ARTE E IL LICEO ARTISTICO NANI-BOCCIONI:

 L'AMARONE DIVENTA ARTE 

Le Famiglie realizzano un'aula informatica e gli studenti creano opere d'arte ispirate all'Amarone

 

  

 

Verona 14-12-2011. Le Famiglie dell’Amarone d’Arte, l’associazione che riunisce 12 produttori storici della Valpolicella, ribadiscono la loro attenzione al territorio in veste di moderni mecenati del liceo artistico Nani-Boccioni stanziando un contributo che ha portato alla realizzazione di un’aula informatica e l’acquisto della relativa strumentazione. Studenti e insegnanti hanno contraccambiato interpretando artisticamente l’Amarone dando vita ad un progetto formativo che ha coinvolto le diverse discipline del liceo. Durante le ore di lezione, il vino tra i più noti al mondo è diventato fonte di ispirazione per opere pittoriche, sculture, realizzazioni video e progetti di marketing design, presentati questa mattina in conferenza stampa nella Sala Rossa della Provincia. Una selezione delle opere accompagnerà i tour internazionali delle Famiglie dell’Amarone d’Arte diventando visibili al pubblico di diverse parti del mondo. “Con questa iniziativa le Famiglie dell’Amarone hanno voluto ribadire la loro attenzione al territorio e allo stesso tempo investire sulle nuove generazioni- ha detto il Presidente delle Famiglie dell’Amarone d’Arte Sandro Boscaini-. Siamo soddisfatti della risposta degli studenti e di quanto hanno realizzato dimostrando che l’Amarone è un vino che unisce storia, tradizione, innovazione, cultura in grado di essere interpretato in molteplici forme”. Per il dirigente scolastico del Liceo Artistico Nani-Boccioni, Sergio Ambroggi: “Un prodotto della terra, del lavoro e dell’ingegno, tra i più noti al mondo, è stato interpretato artisticamente secondo le diverse discipline portando alla realizzazione di un progetto che rende esemplare il rapporto scuola-lavoro-impresa. In un momento di crisi, inoltre, partnership di questo tipo si rendono sempre più indispensabili per garantire una formazione adeguata e di qualità”. 
“La collaborazione tra realtà economiche e scuola è pratica consolidata nella nostra provincia” ha detto il dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Giovanni Pontara che ha aggiungo: “In questa logica, il liceo Nani-Boccioni ha espresso la necessità di sviluppare attività laboratoriali di alto livello per percorsi formativi coerenti con le esigenze attuali del mondo produttivo che richiedono idee, creatività, passione per le sfide impegnative. Alle Famiglie dell’Amarone d’Arte va il merito di aver offerto agli studenti di mettere alla prova le competenze maturate in un’esperienza che fa sintesi tra arte del produrre il più noto dei nostri vini e arte di rappresentarne l’immagine”.
Per Marco Luciani, assessore Politiche dell’Istruzione della Provincia di Verona: “Il progetto che presentiamo oggi è un valido esempio della sinergia che si può creare tra il mondo produttivo locale e le scuole. In particolare questa iniziativa coniuga due eccellenze del territorio veronese: il liceo artistico Nani- Boccioni, vincitore di premi molto prestigiosi, e le Famiglie dell'Amarone, associazione assai nota non solo per l'ottimo vino, ma anche per il sostegno alla cultura e all'arte. Le famiglie hanno contribuito con 10.000 euro alla creazione di un laboratorio informatico”.

Ufficio Stampa Famiglie dell’Amarone d’Arte
Benny Lonardi Bonizzato 334-6049450 direzione@agenziaintercom.it
Silvia Bernardi 334-9052498 bernardi@agenziaintercom.it